dreams

ALBA

Ha il suono del verso degli uccelli…

cantano a squarciagola come il gallo alle prime luci,

come il mandorlo fiorisce ai primi accenni impercettibili di primavera.

A ricordarci che non siamo soli al mondo e che tutto è un ciclo,

come fa la natura, come dicono gli storici. Come sa sentire solo la donna.

IMG_20140714_051618_241

Ha il giallo delle luci della civiltà dell’uomo e l’azzurro del regno di Dio,

ha il rosso incandescente del fuoco che alimenta il giorno, l’acqua e la terra;

sono luci che svelano l’infinitamente piccolo. E riflettono l’immenso.

Tutto quello che potrebbe desiderare un moribondo in un letto d’ospedale,

guardando fuori dalla finestra e cercando la vita, desiderandola più di ogni altra ricchezza, l’alba ce l’ha e lo regala ogni mattina.

Mi fido dell’alba,  ascolto l’infanzia del giorno, così, come mi affido alla maturità della sera.

M.

IMG_20140714_052528_570

 

Il potere dei ricordi

Buongiorno Lovers
Ricordate le “vecchie” lettere?
Proprio loro, carta e inchiostro…
Prima delle email, degli sms e di whatsapp…prima delle parole contratte in scarabocchi grammaticali…
La rarità di uno strumento così bello mi trova spesso nostalgica…
La mia generazione è cresciuta a cavallo di una rivoluzione dei media e credo che la nostalgia dipenda anche da questo: abbiamo goduto di molto sfruttando mezzi di comunicazione vivi e forti da secoli…
Nel mio personalissimo caso ho portato avanti bellissime corrispondenze epistolari durante gli ultimi anni del liceo e nei primi dell’università…

Soprattutto con Manuela…
Splendida amica da 18 anni, mi ha insegnato a fare da me le buste: sceglievamo un tema colorato da una rivista, un po’ di colla e il gioco era fatto…
Assieme alle nostre parole d’inchiostro hanno viaggiato conchiglie colorate, gabbiani, onde tempestose, margherite…
Ogni volta ricevere una lettera era un’esperienza sensoriale a tutto tondo…
Una sorpresa…pochi minuti tutti miei per lasciarmi sorprendere…
A.

lettere