dummies

Degust(esc)ion for Dummies pt.2

w

Why/Perché?

Vi-no: due sillabe che contengono una realtà infinita, affascinante, estesa e dispersiva come è l’universo, con tanto di stelle luminose, galassie, pianeti e, credo,  altrettanto suggestiva.

Perfino  più facile da osservare, navigare o esplorare, conoscere e possedere.
Come?
Vi confesso, a bassa voce, che  abbiamo un piccolo vantaggio.
Non per vanto, anzi tutt’altro, ma va detto che  viviamo in un territorio  il quale, checché ne dica Standard & Poor’s per scoraggiarci o facciano i capi di stato per umiliarci, è il Centro (pausa) della (pausa) Terra (pausa) !!
La parola Mediterraneo vi suona familiare?
Se Tedeschi,  Giapponesi e Americani passano da qui di continuo qualche motivo ci sarà, no?

Che c’entra?
Vero che pure in Australia, in America Latina e nel Medio Oriente si produce vino e in certi casi eccellente.
Ma esiste una differenza sostanziale:
il nostro territorio ha un clima, una frammentazione territoriale e una varietà del frutto della vite e delle tecniche di vinificazione ereditate dalla nostra storia contadina e vitivinicola  che, insieme alla Francia e un po’ alla Spagna, ci rendono unici al mondo.
Fortunelli insomma.
Facciamoci un po’ i fighi… se Steve Jobs è nato col vantaggio di vivere nella Silicon Valley, tra  diritti d’ingegno e circuiti integrati, tra aziende innovative e creativi, noi siamo nati in un territorio altrettanto ricco, di storia ed eventi, di terreni fertili e umanità, di semplicità, di morbide colline, di mare e montagna, di acqua e minerali, di sole e natura, pieno di vita e arricchito nei secoli da coltivazioni di ogni specie come la vite (a filari o a tendone), la pianta da cui nasce l’uva.
Vi pare poco?
Questa cosa mi ha sempre fatto sentire responsabilizzato in qualche modo…
“chi c’ha il pane non c’ha i denti e chi c’ha i denti non c’ha il pane” … diceva un antico proverbio romano.

Noi abbiamo il pane, tanto pane e  forse solo di recente ci stiamo facendo ricrescere i denti, a qualcuno non sono mai caduti, ma in ogni caso..
Siamo storicamente il “centro della terra” e orgogliosamente “la regione mondiale” del vino.

Lo sapevate? Sapevatelo!

Quello che dico è che questo dato dovrebbe renderci responsabili di gestire un patrimonio così, ereditandolo consapevolmente, facendone tesoro e (QUANTOMENO) conoscendolo.
Gli strumenti li abbiamo sotto il naso, nel nostro DNA, e di naso è proprio giusto parlare 😉

M.

Annunci

Degust(esc)ion for Dummies pt.1

lk

DEGUSTESCION FOR DUMMIES 🙂

Corso spensierato sul vino

Premetto che scriverò un sacco di corbellerie, che il novanta percento di Voi sarà più esperto in materia di quanto io sia!
Come tutti, da sempre, amo la cucina, corteggio la buona e perdono la cattiva.
Come molti, da sempre, bevo vino con gusto; da qualche anno leggo le etichette e presto imparerò perfino ad annusarlo; per queste ragioni, a volte, mi è stato chiesto consiglio e sono diventato occasionalmente un ”referente alla mescita da tavola” tra amici, conoscenti e, qualche volta, tra estranei.
Tutto per suggestione, raramente per merito e forse qualche volta per un po’ di culo.

Quante volte a tavola, per un’importante occasione, da due in su, ci è capitato di provare il terrore del cameriere che si avvicina colla carta dei vini o, peggio ancora, colla bottiglia appena aperta da assaggiare?

Quante volte facendo la spesa siamo naufragati tra le infinite bottiglie degli scaffali ipotizzando le facce dei commensali in base a parentela o amicizia e come avrebbero reagito alla scelta fatta?
Forse tante, forse poche o forse mai. Il Collesecco di Pasquetta fa eccezione.

Questa è una guida alla “pseudo tecnica” della degustazione..no, meglio, alla possibilità di Normalman di trovare e provare un vinello decente;insomma una guida per principianti esperti scritta da un inesperto professionista.

Certo, il vino non è un problema di tutti i giorni come il caffè e i biscotti, il pane e la pasta, le uova e il prosciutto o l’affitto e il caro petrolio, ma una citazione inglese dice che la vita è troppo breve per bere vino cattivo e qui ci crediamo fermamente quindi….

Welcome!!  (e al prossimo capitolo….)

M.