Home

La nostra casa da oggi è più shabby :)

Tempo fa vi ho parlato della nostra collaborazione con lo shop Pol&Cler
Finalmente oggi abbiamo scartato una delle loro meraviglie, il set per spezie in ceramica, della collezione “shabby chic”
Nella piccola nostra cucina (provvisoria per fortuna – Hurray!), non c’è molto spazio e quindi questo set è stato particolarmente comodo grazie alla struttura in legno…Certo, lo confesso, non vedo l’ora di utilizzare i barattoli sistemati magari su una mensola realizzata e dipinta da Max 🙂

Per il momento ci godiamo questo piccolo privilegio. Vi lascio, vado a riempire i barattoli 😛

A.

 

IMG_20160212_211455

Annunci

Benvenuto davvero

Lo sapete, Love Rocks è un blog a 4 mani (e 4 zampe :)).
Doppio post allora e Buon 2016 a tutti voi!

L’anno di Ale

Definirlo “annus horribilis” sarebbe eccessivo…ma è pur vero che questo 2015 con me clemente non lo è stato…
Non mi mancherà quindi.
No, direi proprio di no.
Le riflessioni però, si sa, sono sempre dietro l’angolo quando si tratta di dare una svolta metaforica alla nostra vita.
Quando speriamo di aver imparato dalle brutte esperienze, dalle delusioni cocenti e da quelle che si rinnovano perché, diciamolo, non è semplice apprendere e applicare. Pur applicandosi 🙂

Quel che credo quindi è che cercherò di raccogliere quello che ho seminato e continuerò a seminare.
Proverò a difendermi meglio, a parare i colpi.

Proverò però anche ad accogliere. Amici, emozioni ed esperienze.
Un po’ di più di quanto io abbia fatto. E qui posso impegnarmi davvero!

L’amore poi…anche qui c’è da migliorare…continuando ad affinarsi mantenendo sempre la propria identità.
Cercando di avere pazienza e non perdendo la mia proverbiale severità 😉

L’anno scorso a Firenze, dopo un viaggio nella tormenta di neve, brindavo con una carissima amica facendo incetta di confidenze e coccole.

Questi ultimi giorni mi hanno regalato, con un’altra grande amica, una nuova premura.
Qualcosa che, se pur farò fatica ad applicare, non dimenticherò mai.
E quindi grazie agli amici, quelli veri.
Si. Possiamo concluderlo così quest’anno.
Tra gli amici veri.
Auguri a tutti voi Lovers!

A.

L’anno di Max

L’anno che verrà è la cosa più bella dell’anno che passa; senza polemiche o vittimismo.

Magari festeggiamo soprattutto per coltivare questo pensiero, normalmente preferiamo nutrire speranze che tirare bilanci.

La natura umana fortunatamente ci suggerisce di guardare alle piccole speranze sorpassando le grandi delusioni.
Realizzare i sogni ci tiene vivi; alle volte i sogni sopiscono sotto la cenere come la brace, in attesa di rinfocolare ardentemente ma senza mai spegnersi.

Un anno è tanto o poco ma principalmente è tempo:
“Il tempo è l’unico vero capitale che un essere umano ha e l’unico che non può permettersi di perdere” (T.Edison)

Quello che mi augurerei per domani, l’anno a venire, quelli dopo, e auguro a tutti intorno a me è la ricchezza del tempo.
Il tempo che dispone, che lascia spazio per sognare ma anche agire e realizzare;
perché in un anno può succedere qualcosa di meravilgioso o qualcosa di terribile, ma il tempo non si ferma.
Perché un anno non è niente per l’albero in Svezia che ha novemilacinquecentocinquantasette anni ed era tanto per me, quando ne avevo uno solo;
se si ha tempo davvero non importa che anno sia, se sia a metà, finisca o stia iniziando.

Auguri

M.

 

IMG_20151231_190928

Vegan si – Vegan no

Mi ci sono messo pure io ad ironizzare a discredito delle recenti considerazioni dell’OMS.
Quando si parla di scelte personali però faccio un passo indietro, per rispetto dell’orientamento del singolo sulle scelte alimentari che ritiene migliori per se stesso.

Parla uno cresciuto a salsicce di fegato piccanti che ha cucinato arrosticini per gli amici ovunque, dalle rive del Naviglio Pavese alle coste del Salento passando per i tetti di via Merulana, uno che legge sull’Artusi l’identificazione della vera Chianina, che posside un coltello francese lama 21 per tritare carne di filetto da mangiare cruda alla Tartara, alla faccia del sashimismo dilagante.

Però, a parte il simpatico slogan “Vegano stammi lontano”, di cui apprezzo la creatività, non vedo perché una persona non possa essere libera da pregiudizi o giudizi sui criteri di scelta riguardo quello che decide di mettersi nello stomaco per nutrimento o gusto; non condivido la demonizzazione o la beffa eccessiva perché noialtri abbiamo fatto una scelta iniziale diversa, poi fino a che punto è scelta autonoma, consapevole e maturata sarebbe da chiederselo un pochino; io me lo sto chiedendo ma intanto non giudico nessuno…

Credo che cancerogeni, veri o falsi dell’alimentazione carnivora o comunque “animalproteica” li stabilirà solo l’archeologia nel futuro,
per ora so che chi conosco tra i “mangiaverdure” sta ‘na favola e il medico gli descrive stomaci da sedicenni anche passata l’età.

Insomma se proprio vogliamo farcele ste salsicce ai ferri, che il veleno sta nelle dosi lo sapevamo già, perché prendersela con chi ha deciso di no?
Per fare una scelta così radicale ci avrà pensato abbastanza, non vi pare?
D’altra parte, alla fine della fiera, toglie concorrenza, di che lamentarsi?

Senza polemica.

Buon appetito e tanta salute a tutti!

M.

PicMonkey Collage

Come ti appendo al muro :)

E qui a casa siamo ancora in fase di sistemazione…
Per distrarmi dalle montagne di panni, scatole e vecchi mobili della proprietaria (fossero almeno mobili vintage!) sto studiando “il metodo” più carino per appendere (o appoggiare) i quadri in casa.
Appoggiarli su un mobile o una mensola è il mio sistema preferito, ma devo dire che anche le geometrie su parete non sono affatto male 🙂
Qui sotto trovate un piccolo tutorial
tutorial sistemare i quadri

e qualche suggerimento

images (52)

images (53)  disporre quadri2

Noi abbiamo fatto così

image

Un rimedio naturale contro l’anemia

Siamo sempre alla ricerca di cibi buoni che fanno bene.
Ecco una novità!
Porro e cime di ravanello aiutano a contrastare l’anemia ; )
Io li ho preparati da soli, facendoli saltare con olio e aglio e utilizzando la parte restante aggiungendola ad una zuppa di legumi e cereali.
Conoscevate questo mix salutare?
A.

10827887_593775557435640_3376319097445772388_o

Go Recycling: Le 4 nuove idee che abbiamo amato di più

Buongiorno Lovers,
qualche giorno fa Incredibilia.it ha pubblicato una lista di nuove soluzioni per il riciclo trovate in giro per la rete.
Ne ho selezionate 4, più vicine ai miei gusti e alle soluzioni che vorrei realizzare quando io e Max avremo una casa tutta nostra…
Non è sempre facile lavorare su nuovi progetti di questi tempi, ma coltivare i propri sogni è la soluzione più semplice ed efficace per ampliare il nostro immaginario.

Una Libreria con una vecchia scala (Naturally Creative –  Etsy)

Utilizzare una vecchia scala come libreria.

Utilizzare una vecchia scala come libreria.

 

Mensola/Guardaroba con delle sedie pieghevoli (Yiconglu)

Trasformare le vostre sedie pieghevoli in mensole e guardaroba.Trasformare le vostre sedie pieghevoli in mensole e guardaroba.

 

Un Lampadario con:

A) Contenitore dell’acqua da ufficio e cucchiai di plastica

Creare una lampada con colla a caldo e cucchiaini di plastica.Creare una lampada con colla a caldo e cucchiaini di plastica.Creare una lampada con colla a caldo e cucchiaini di plastica.

B) Bottiglie di vetro (Etsy)

Utilizzare vecchie bottiglie come corpo per lampadari.Utilizzare vecchie bottiglie come corpo per lampadari.

 

Personalmente preferisco i barattoli in vetro, che tralaltro permettono una realizzazione più semplice perché  si evitano le operazioni macchinose per tagliare il vetro.
Ho utilizzato la soluzione dei barattoli per l’allestimento del mio matrimonio, come centro tavola e bomboniere.
Adoro lo stile Shabby e, appena possibile, scriverò un post dedicato interamente ai barattoli!
Ecco la soluzione adoperata per creare i lampadari.

lampada-creativa

cascata-di-lampadine

A presto,
A.