kitchen

Homemade Butter!

Ciao Lovers,

abbiamo scoperto da poco che è possibile (e facilissimo!) realizzare il burro in casa…con della semplice panna fresca 🙂

Ho fatto qualche ricerca e vi posto la ricetta, eccola qui

Per 180 g di burro: 

Procuratevi un colino, una ciotola (o robot da cucina), un barattolo a chiusura ermetica, acqua e un paio di bottiglie in vetro, carta forno.

Versate 500ml di panna fresca in una ciotola o nel vostro robot da cucina

Piccolo tip: sarebbe meglio se i contenitori fossero molto freddi perché proprio il freddo aiuta a dividere la massa grassa dal latticello.

Montate a neve la panna con la frusta fino a farla smontare (dovranno passare circa 10 minuti).
Eh si, proprio così, deve impazzire 😉
Ve ne accorgerete dal colore, che da bianco candido (e invitante) diventerà giallo.
Raccogliete i fiocchi e lasciateli sgocciolare in un colino aiutandovi anche con le mani: fate attenzione ad appoggiare il colino su un contenitore perché il liquido in eccesso (che si chiama latticello) potrà esservi utile (ve lo dico più giù)

Adagiate i fiocchi sulla carta forno e date la forma al panetto.

A questo punto potete lasciare il vostro burro così, trasferendolo in un barattolo di vetro a chiusura ermetica (in frigo durerà almeno 1 mese, in freezer anche un 1 anno) oppure potete

– Aromatizzarlo usando la granella di pistacchio, l’erba cipollina o l’olio al tartufo

– Salarlo aggiungendo circa il 3% del suo peso in sale marino (lavoratelo a pomata in una ciotola, aggiungete il sale e lavoratelo ancora)

– Trasformarlo in una crema dolce da spalmare sul pane, aggiungendo 20 grammi di miele  a 100 grammi di burro lavorato a pomata. Merenda!!

pic from jordansonion

pic from jordansonion.com

 

Ho trovato questi consigli sull’utilissimo scattidigusto.it assieme al metodo per riciclare il latticello

Prima vi dicevo di non buttarlo ma farlo colare in un contenitore (o in una bottiglia) al momento della spremitura del burro.
Una volta raccolto, fatelo passare attraverso un colino e raccoglietelo in una bottiglia: è un alimento povero di grassi  (26 calorie per 100 cc) e proteine ma è ricco di sali minerali (calcio, magnesio, potassio – che lo rendono un alimento alcalinizzante correggendo l’acidosi e partecipano al buon funzionamento del sistema nervoso e cardiovascolare e diuretico – e fosforo), vitamine (la B2 ad esempio) e aminoacidi che  contribuiscono a stimolare il sistema immunitario.

Unico difetto: il latticello è costituito principalmente dal lattosio, per  cui rappresenta un vero veleno per  i soggetti intolleranti 😦

 

 

 

 

Annunci

La nostra casa da oggi è più shabby :)

Tempo fa vi ho parlato della nostra collaborazione con lo shop Pol&Cler
Finalmente oggi abbiamo scartato una delle loro meraviglie, il set per spezie in ceramica, della collezione “shabby chic”
Nella piccola nostra cucina (provvisoria per fortuna – Hurray!), non c’è molto spazio e quindi questo set è stato particolarmente comodo grazie alla struttura in legno…Certo, lo confesso, non vedo l’ora di utilizzare i barattoli sistemati magari su una mensola realizzata e dipinta da Max 🙂

Per il momento ci godiamo questo piccolo privilegio. Vi lascio, vado a riempire i barattoli 😛

A.

 

IMG_20160212_211455

Si cucina sempre pensando a qualcuno…

Quando Max è fuori città per lavoro torno sempre ad essere una sciagurata partendo dagli orari sballati per il riposo e, soprattutto, per il cibo.
Mangio in piedi o davanti al pc…popcorn, una pizza…
Non mi piace cucinare per me sola, il cibo è una festa…e che festa è se non puoi festeggiarla con chi ami?

Non posso negare di godere di questi momenti di “singletudine”, in cui mi focalizzo maggiormente sul lavoro o, semplicemente, metto me stessa al primo posto 🙂
Sono convinta che sia legittimo, giusto e anche salutare per la vita di coppia.
Certo è che stare assieme è appassionante e mantenere l’equilibrio tra individualità e vita matrimoniale è la cosa più complessa, bella e coraggiosa che ci sia.

Poi Max rientra, mi aiuta a riprendere i ritmi giusti e, con lui, parte la marotona delle coccole culinarie.

Questa settimana ho provato per la prima volta un piatto tipico, le “Pallotte cacio e ova”: una meraviglia di gusto e colori ottima anche per i vegetariani.
Nel collage in basso trovate i passaggi: la mia cucina è sempre molto casuale, non mi piace essere troppo precisa e fino ad ora, per mia fortuna, sono stata premiata 🙂
Ecco la mia ricetta per la preparazione delle Pallotte (dose – molto abbondante – per due persone)
– 5 fette di pane (anche raffermo va benissimo)
– 2 uova
– 200g di parmigiano
– un ciuffo di prezzemolo
– un pizzico di sale

In una ciotola separate la mollica dalla crosta e aggiungete tutti gli ingredienti assieme ad un goccino di acqua.
Lavorate fino a creare un impasto omogeneo e preparate le polpette: non c’è una regola fissa per la grandezza 🙂
Friggete le polpette in olio di semi (io scelgo quello di mais o arachidi) e lasciatele su un piatto con della carta assorbente.

Potete mangiarle a questo punto oppure aggiungerle ad un semplice sugo di pomodoro (preparato con basilico fresco e uno spicchio di aglio schiacciato), lasciarle insaporire e adoperarle per condire la pasta.
Enjoy!

 

2015-03-25 10.17.04